Finalità e Scopi

Finalità, Scopi e Ambiti d’Intervento

(a titolo esemplificativo, ma non esaustivo):

porre un’attenzione nuova verso la scoperta della straordinaria vitalità del patrimonio cinematografico del passato;

perseguire una filosofia di recupero, acquisizione, conservazione, valorizzazione e promozione, in autonomia scientifica e culturale di film, trailer, documentari, cinegiornali, con riferimento al passato ed alla contemporaneità;  

sostenere le attività di studio per un’educazione all’immagine e alla creatività;

istituire una scuola di cinema, fotografia, recitazione, con annesso laboratorio didattico-formativo nell’ambito delle più importanti discipline cinematografiche e sul linguaggio del cinema;

promuovere iniziative, organizzare incontri e dibattiti con autori, sceneggiatori, registi, attori, scenografi, tecnici, produttori, distributori, esercenti, scrittori, giornalisti, critici, docenti di cinematografia, per non far finire un’epoca quella della pellicola cinematografica che seppur con tutte le modifiche apportate nel tempo ha accompagnato la storia del cinema dai Fratelli Lumière ad oggi;

produrre, direttamente o indirettamente, film, cortometraggi, documentari, trailer, spot, telefilm, su pellicola cinematografica nei formati 35mm. / 16mm. da utilizzare per uso formativo, promozionale, o commerciale;

svolgere attività di formazione attinente, direttamente o indirettamente, ai suoi settori d’interesse organizzando corsi finalizzati e orientati all’inserimento concreto degli allievi nel mondo del lavoro per creare professionalità qualificate, in grado di operare senza difficoltà alla realizzazione di tutte le tipologie di produzione nel mondo cinematografico, fotografico e audiovisivo;

individuare, elaborare ed attuare tutti quei programmi e quelle iniziative nel campo del cinema, dello spettacolo, della formazione e del tempo libero che possono risultare utili alla valorizzazione sociale, economica, culturale e storica del territorio;

condurre attività promozionali e pubbliche relazioni inclusa l’organizzazione di manifestazioni, convegni, seminari, incontri, procedendo alla pubblicazione dei relativi atti o documenti, e tutte quelle iniziative ed eventi idonei a favorire un organico contatto con gli operatori dei settori del cinema e con il pubblico;

stipulare convenzioni con le scuole pubbliche o private, con gli istituti d’istruzione superiore, con le università, per promuovere attività didattiche e formative nel settore del cinema, della fotografia, della recitazione, nonché di qualsiasi altra espressione artistica professionale ed amatoriale;

sostenere le attività di studio e di ricerca, direttamente o attraverso la concessione di premi, sovvenzioni, borse di studio, per coinvolgere le giovani generazioni nella realizzazione di lungometraggi, cortometraggi, documentari, della vita reale, di finzione, o di animazione, su tematiche a libera scelta;

stipulare ogni opportuno atto o contratto con soggetti pubblici o privati considerati utili o opportuni per il raggiungimento dei propri scopi, anche per il finanziamento delle operazioni deliberate, tra cui, senza l’esclusione di altri, l’assunzione di prestiti e mutui, a breve o a lungo termine, l’acquisto, in proprietà o in diritto di superficie, o in concessione, anche demaniale, di immobili;

compiere operazioni mobiliari, immobiliari, commerciali e finanziarie che saranno ritenute utili o necessarie, comunque opportune per il raggiungimento dello scopo sociale, fermi restando i vincoli di destinazione d’uso del patrimonio;

effettuare la stipula di convenzioni di qualsiasi genere, anche trascrivibili nei pubblici registri, con enti pubblici o privati, che siano considerate opportune e utili per il raggiungimento dei propri scopi;

amministrare e gestire i beni mobili, immobili, pertinenze, impianti e spazi funzionali agli scopi dello statuto, di cui sia proprietaria, locatrice, comodataria, o comunque posseduti;

svolgere, in via accessoria o strumentale al perseguimento dei fini istituzionali, attività di commercializzazione, anche con riferimento al settore dell’editoria e degli audiovisivi in genere e della diffusione a mezzo world wide web;

partecipare ad associazioni, enti ed istituzioni pubbliche o private, la cui attività sia rivolta, direttamente o indirettamente, al perseguimento di scopi analoghi a quelli propri, e potrà, ove lo ritenga opportuno, concorrere anche alla costituzione degli organismi anzidetti;

stipulare convenzioni e contratti per l’affidamento a terzi di parte delle attività, nonché di studi specifici e consulenze;

svolgere ogni altra attività idonea, connessa e funzionale, al perseguimento degli scopi istituzionali.

SEDE

La Fondazione ha la Sede nella Città di Cassino (Provincia di Frosinone) dove svolge l’attività operativa in totale autonomia ed opera su tutto il territorio nazionale, le cui attività istituzionali si esplicano anche con riferimento alle iniziative dell’Unione Europea.

La Fondazione istituisce in ogni località italiana strutture operative, laboratori formativi, uffici, delegazioni, rappresentanze ed ogni altro genere di unità locale, consentita dalle norme in vigore, dove svolgere in via accessoria e strumentale, rispetto alle sue finalità, attività di promozione, nonché di sviluppo ed incremento della necessaria rete di relazioni nazionali e internazionali a supporto della Fondazione.

La Fondazione utilizza a Cassino una sala con una capienza di 302 posti a sedere, climatizzata estate / inverno, dotata di grande schermo, idonea per la proiezione di film, teatro, eventi culturali, convegni, congressi, dibattiti, riunioni, conferenze stampa, o per altre occasioni di confronto e aggregazione.


Membri Esterni

Rientrano in questa categoria:

Benefattore:

• soggetto che contribuisce con qualsiasi importo di denaro, o, con l’attribuzione di beni materiali o immateriali funzionali al perseguimento degli scopi della Fondazione.

Partner Culturale, Tecnologico, Finanziario:

• soggetto che fornisce una prestazione gratuita di lavoro occasionale, o che sostiene i progetti rientranti nell’ambito delle iniziative programmate.

Media Partner:

• testata giornalistica, radio, emittente tv, che provvede alla comunicazione delle attività della Fondazione.

Filantropo:

• persona che si interessa alla Fondazione con opere di beneficenza.

Amico del Cinema:

• soggetto appassionato che partecipa alle attività della Fondazione e presta la sua opera come volontario.

Direttore Artistico:

• Gerry Guida – Storico del cinema e critico cinematografi­co con una specificata e documentata esperienza professionale nella organizzazione culturale di rassegne, manifestazioni artistiche, festival cinematografici, mostre o attività consimili. Ha curato seminari, masterclass e laboratori sul cinema, rubriche cinematografiche on-line, inoltre, ha collaborato con diverse riviste del settore intervistando molti tra i più grandi professionisti del cinema italiano e internazionale, molti dei quali vincitori del Premio Oscar.


Membri Onorari

Il titolo di “Membro Onorario” della Fondazione è un riconoscimento che viene concesso ad un rappresentante delle istituzioni pubbliche, o del mondo culturale, cinematografico, economico, finanziario, imprenditoriale


Testimonial

“Testimonial” della Fondazione è una personalità che appartiene al mondo del cinema, dello spettacolo, o della cultura.


Patrimonio

Il patrimonio della Fondazione è a struttura aperta per consentire a qualsiasi soggetto pubblico o privato, persona fisica o giuridica, organismo culturale, istituzione bancaria o finanziaria, di partecipare al progetto apportando denaro, beni mobili, immobili, servizi, lavoro.

Il patrimonio della Fondazione è costituito dal “Fondo di Dotazione Patrimoniale”, dal “Fondo di Gestione” e dal “Fondo di Garanzia”.


Fondo di Dotazione Patrimoniale

costituito inizialmente dalle somme in denaro provenienti dai versamenti effettuati in sede di costituzione della Fondazione, da enti pubblici e da aziende private.

Successivamente il Fondo di Dotazione Patrimoniale può essere integrato e arricchito dalle seguenti entrate:

• beni mobili e immobili che pervengano a qualsiasi titolo alla Fondazione;

• beni strumentali e materiali cinematografici, intangibili, non cedibili o alienabili, provenienti da dotazioni gratuite, donazioni, disposizioni testamentarie, o da acquisizioni a titolo oneroso;

• elargizioni fatte da enti o da privati con espressa destinazione a incremento del patrimonio;

• parte di rendita non utilizzata che, con delibera del Consiglio di Amministrazione, può essere destinata ad incremento del patrimonio;

• contributi che vengono attribuiti al Patrimonio della Fondazione dall’Unione Europea, dallo Stato e dagli Enti territoriali (pubblici o privati);

• diritti e partecipazioni.

Tutti i suddetti apporti dovranno imputarsi al Fondo di Dotazione Patrimoniale, sempreché, in sede di erogazione, i contributi finanziari in denaro non saranno espressamente destinati al Fondo di Gestione.


Fondo di Gestione

costituito inizialmente da una quota in denaro, stornata dal Fondo di Dotazione Patrimoniale, per l’avvio dell’attività corrente e la gestione della Fondazione, con la possibilità di poter disporre di certificazioni o dichiarazioni bancarie che attestino la disponibilità liquida dell’ente, o ancora, documenti o dichiarazioni sottoscritte attestanti l’erogazione da parte di privati o di enti pubblici di sovvenzioni, contributi, donazioni e liberalità, o formale impegno degli enti di erogazione dei suddetti contributi, o disponibilità di locali a titolo gratuito.

Successivamente il Fondo di Gestione può essere integrato dalle seguenti entrate:

• rendite e proventi derivanti dal patrimonio e dalle attività della Fondazione;

• contributi che provengono in qualsiasi forma dai Fondatori Sostenitori o dai Partecipanti Sostenitori;

• contributi ovvero conferimenti gratuiti attribuiti da parte dell’Unione Europea, dello Stato, di Enti territoriali o di altri Enti pubblici o privati;

• eventuali donazioni, lasciti o disposizioni testamentarie (fatti salvi i vincoli di destinazione specifica, espressamente indicati), che non siano specificatamente destinate ad incrementare il patrimonio ed il fondo di dotazione e che perverranno in qualsiasi forma e a qualunque titolo;

• ricavi delle attività istituzionali, accessorie, strumentali e connesse (sia in via diretta, sia in via indiretta);

• proventi derivanti dagli “sponsor”;

• entrate diverse ed eventuali.


Fondo di Garanzia

(vincolato e indisponibile) – costituito dal denaro liquido proveniente dai versamenti effettuati dai Fondatori Sostenitori e dal valore dei materiali cinematografici che la Fondazione riceve in dotazione gratuita, considerati beni strumentali e sostanziali a tutti gli effetti di legge, il cui ammontare complessivo d’inventario viene attestato da perizia giurata di stima effettuata da un professionista di settore, asseverata in Tribunale.


Riconoscimento della Personalità Giuridica

La Fondazione deve acquisire la “Personalità Giuridica” con il riconoscimento determinato dall’iscrizione nel registro delle persone giuridiche, istituito presso le prefetture (art. 1 del DPR n. 361 del 10 febbraio 2000).

Le competenze relative al riconoscimento ed al controllo della Fondazione Cinema e Luce sono attribuite al Prefetto della Provincia di Frosinone, che provvede, entro 120 giorni dalla presentazione della domanda di riconoscimento, all’iscrizione della Fondazione nel Registro delle Persone Giuridiche, salvo la necessità di integrazioni alla documentazione, che la Fondazione dovrà presentare entro i 30 giorni successivi dalla richiesta.

Per ottenere tale riconoscimento, il Presidente della Fondazione è delegato a compiere tutto quanto necessario per richiedere il riconoscimento della Personalità Giuridica, ed a proporre le relative istanze, inoltrare comunicazioni, sottoscrivere e presentare la documentazione ad essa connessa e quant’altro necessario, dimostrando l’esistenza di un Fondo di Gestione e di un Fondo di Garanzia.


Contratti di Servizio

Per l’attuazione dei programmi istituzionali, la Fondazione può assumere direttamente o indirettamente la gestione e la promozione di realtà/strutture esistenti sul territorio.

Gli immobili da utilizzare per il raggiungimento delle finalità statutarie, dove svolgere buona parte delle attività istituzionali (sede operativa, luogo di conservazione e concentrazione per archivio, mostra, museo, laboratorio, formazione, ricerca, produzione cinematografica e audiovisiva, sala di proiezione), potranno essere concessi in uso o affidati in gestione alla Fondazione da soggetti terzi (pubblici o privati) mediante contratti di servizio, in comodato d’uso gratuito, ovvero mediante altri tipi di contratto o provvedimenti amministrativi, secondo quanto previsto dall’atto o dal contratto stesso, che dovrà disciplinare, tra l’altro, anche gli standard di utilizzo dei suddetti beni.


© Copyright 2021 – Fernando FRAIOLI – Immagini tratte da Google

NOTE LEGALIPRIVACY ATTO COSTITUTIVOSTATUTO REGOLAMENTO ATTUATIVO